logo

5 Lezioni per vivere meglio

Prendete la vita con leggerezza, che leggerezza non è superficialità, ma planare sulle cose dall’alto, non avere macigni sul cuore.
(Italo Calvino)

Vivere bene e soprattutto in maniera serena dovrebbe essere l’obiettivo primario dell’essere umano. Dopo anni passati a credere al contrario, ad oggi posso affermare con assoluta certezza che la serenità è nettamente più importante della felicità. La felicità, infatti, è uno stato d’animo meraviglioso, ma passeggero, mentre la serenità è più durevole ed è quella che alla fine ci permette di dire che “stiamo bene”.

Ma se già la felicità è difficile da conquistare, provate a immaginare quanto deve essere dura raggiungere uno stato di serenità perenne. La vita sembra costantemente remare contro questo obiettivo!

Dato per assodato che è una cosa su cui non bisogna mai smettere di lavorare, ci sono 5 basi fondamentali da cui poter partire per iniziare a vivere meglio.

Lascia correre

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani, perciò oggi è il giorno giusto per amare, credere, fare e, principalmente, vivere.
(Dalai Lama)

Come dicevo nell’articolo sul multitasking, uno dei problemi principali dell’essere umano è la sua mania di onnipotenza. Tendiamo a pensare di poter controllare o di essere responsabili di tutto quello che ci circonda e ci stressiamo quando succede qualcosa che ci dimostra il contrario.

Il più delle volte ci tormentiamo pensando a cosa già accadute e che avremmo voluto andassero diversamente o, in alcuni casi, che non fossero proprio mai accadute. Il problema è che, ahimè, non c’è modo di cambiare qualcosa che è già accaduto. Chi lo sa a quali tecnologie arriveremo nel futuro, ma ad oggi, che mi risulti, non esiste alcun modo per tornare indietro nel tempo. Bella fregatura, eh?

Però una volta preso atto di questa ineluttabile verità, possiamo solo arrenderci e andare avanti.

Impara a lascia andare le cose che non puoi controllare.

Quello che possiamo fare ogni volta che abbiamo un problema o un pensiero che ci affligge è chiederci: “posso fare qualcosa per cambiare o migliorare questa situazione?“.

Se la risposta è sì, è giusto fare qualcosa. Ma bisogna spostare l’attenzione su quel qualcosa da fare, piuttosto che sul problema in sé. E’ una questione di prospettive. “Voglio essere la persona che si lascia bloccare dal problema o essere quella che lo risolve?“. Dipende tutto da noi.

Se la risposta invece è no, dobbiamo accettare il fatto che una cosa andata, ormai è andata e l’unica cosa su cui conserviamo il controllo è il nostro modo di reagire ad essa.

Lasciarsi buttare giù da quello che accade nella nostra giornata o nella nostra vita è sempre una nostra scelta. Abbiamo sempre un alternativa ed è andare oltre, accogliere il cambiamento o accettare la sconfitta e passare oltre. D’altronde la vita è sempre pronta a fornirci nuove sfide o difficoltà a cui destinare le nostre energie.

Per certe cose è più facile che per altre, ma sono sicura che con l’esercizio quotidiano e costante, sia una pratica che si possa apprendere e migliorare.

Coltiva la gentilezza

Quale saggezza puoi trovare che sia più grande della gentilezza?
(Jean Jacques Rosseau)

5 Lezioni per vivere meglio

Il bene attira e genera sempre altro bene. Io ne sono assolutamente convinta.

Vi è mai capitato di avere una giornata piena di imprevisti, in cui eravate stressati e nervosi, e di trovarvi davanti una persona che con un gesto di gentilezza inaspettato e disinteressato è riuscita a migliorarvi l’umore? A me sì, non spesso quanto vorrei, ma abbastanza da farci caso e rendermi conto della potenza di quel singolo atto di gentilezza.

Credo fortemente nella legge dell’attrazione, nelle energie dell’universo e nella nostra capacità di influenzarle, per cui sono convinta che se tutti imparassimo ad essere più gentili, nei nostri confronti e nei confronti degli altri, il mondo sarebbe un posto migliore.

Siate quella piccola fiamma di energia buona che fa bene agli altri, perché soltanto così anche gli altri vi rimanderanno indietro “onde buone”.

Impara a dire di no

Badate bene, essere gentili non vuol dire essere fessi né dover compiacere sempre gli altri a tutti i costi. Un’altra prerogativa di base per il nostro benessere mentale è saper dire di no quando necessario. Le persone molto buone o i cosiddetti people pleaser hanno un impulso naturale nel voler sempre accontentare tutti. Non esiste metodo più efficace per farsi del male!

5 Lezioni per vivere meglio

Coltivare un po’ di sano egoismo è la chiave per poter vivere meglio. Compiacere sempre gli altri non porta da nessuna parte.

Vi sentite mai sommersi dalle cose da fare, oberati dalle vostre incombenze, eppure quando arriva quel vostro amico o il vostro partner a chiedervi aiuto non siete proprio in grado di dire di no? Attenzione perché questo atteggiamento, seppur vi farà essere molto apprezzati dai vostri cari, può portarvi all’implosione.

Dire sempre di sì porta gli altri a pretendere ogni volta di più o a dare per scontato che voi siate sempre lì, pronti a dare una mano, ma vi porta anche alla frustrazione perché inevitabilmente dovrete sempre rimandare o mettere in secondo piano le vostre esigenze personali. Capite come questa cosa non può far bene né alle vostre relazioni, né alla vostra mente?

Anche in questo caso, bisogna mettere da parte il complesso del supereroe e accettare che non possiamo aiutare tutti, ma non per questo le persone che ci stanno attorno ci vorranno meno bene o ci apprezzeranno di meno (può capitare, ma in quel caso forse la relazione non era molto sana già a monte, non credete?).

Chi vi stima e vi ama saprà accettare i limiti che vorrete impostare e allo stesso tempo voi sarete più disposti e più in grado di aiutarli quando ne avranno veramente bisogno.

Fa’ in modo che i tuoi desideri siano più grandi della tua paura

Questa è la mia preferita e quella su cui mi piace applicarmi di più. Parafrasando in maniera forse un po’ banale: non lasciare mai che le tue paure ti impediscano di inseguire i tuoi sogni.

5 Lezioni per vivere meglio

Tutti abbiamo qualcosa che desidereremmo tantissimo, ma che ci blocchiamo dal fare per paura. Paura di fallire, del giudizio altrui o di non essere all’altezza. Questa paura spesso è così forte che ci impedisce persino di tentare.

La paura è un sentimento primordiale fondamentale per la nostra sopravvivenza, ci blocca e ci impedisce di fare molte cose che sarebbero dannose se non addirittura distruttive per noi stessi, ma quando diventa così predominante che ci impedisce di progredire, è giusto rimanervi così attaccati?

Un pizzico di incoscienza a volte è proprio quello che ci vuole per cambiare il nostro modo di vivere la vita.

La paura più diffusa e a volte più paralizzante è quella del giudizio altrui. Ma posso dirvi che è anche quella più inutile e assurda? E’ letteralmente assurdo dare agli altri, spesso a sconosciuti, tanto potere sulla nostra vita.

Avete il diritto, ma anche il dovere, di rendere i vostri sogni e desideri più grandi di qualsiasi paura.

Non giudicare

5 Lezioni per vivere meglio

Siamo giunti all’ultima lezione che secondo me può essere addirittura propedeutica alla precedente, ovvero impara a non giudicare l’altro. Con “l’altro” intendo in maniera molto generica le altre persone o le altre situazioni.

Ci avete mia pensato che forse abbiamo paura del giudizio altrui perché in fondo noi stessi ci mettiamo in una posizione di critica nei confronti di una determinata situazione?

Ormai tutti crediamo di dover avere un opinione o un giudizio su qualsiasi cosa, ma se sradicassimo il giudizio alla base, impareremmo a guardare alle cose con più oggettività.

Confrontarsi con realtà diverse, conoscere tante persone e le loro storie ci può aiutare a comprendere quanto può essere complessa e imprevedibile la vita.

Una grande e saggia verità è che nessuno di noi sa con certezza come si comporterebbe in una determinata circostanza in un determinato momento. Entrano in gioco così tante variabili (il nostro stato d’animo in quel momento, il contesto e il nostro modo di interpretarlo, per citarne alcune) che è impossibile prevedere quale potrebbe essere la nostra reazione o il nostro modo di agire, se non stiamo vivendo noi stessi quella situazione. Io stessa mi sono trovata a fare cose che mai avrei immaginato di fare, nel bene e nel male.

Solo quando avremo sradicato questo continuo voler giudicare diventeremo più accoglienti nei confronti del prossimo e saremo in grado di vivere con più serenità le nostre scelte e la nostra vita.

Qualcuna di queste rientra tra le vostre abitudini attuali? Pensate che adottarne qualcuna possa aiutarvi a migliorare la vostra vita o a raggiungere un livello di serenità maggiore?

Provare non costa nulla, no? 😉

Fatemi sapere cosa ne pensate o se avete qualche altro suggerimento qui sonno nei commenti.

***BONUS***

Un libro che mi ha aiutato molto a cambiare un po’ prospettiva sulla vita è: La sottile arte di fare quello che c***o ti pare” di Mark Manson.

Su questo argomento ho fatto anche un video, che vi lascio qui:

Lascia un commento

About Me

Valentina, 30 anni, siciliana di origine, ma romana d’adozione. Amo condividere pensieri e la mia vita quotidiana.

Recent Posts

Diventa anche tu Content Creator!

Richiedi una consulenza GRATIS

La consulenza è senza impegno, quindi non preoccuparti! Sentiti liber* di contattarmi anche solo per farti un’idea o avere consigli sul tuo progetto!